itCosenza

CHIESE Feste LO SAPEVI CHE SITI RELIGIOSI

Le reliquie di San Valentino nel convento dell’amore a Belvedere Marittimo

San Valentino Copertina

Le reliquie di San Valentino. Il 14 febbraio è il giorno dedicato agli innamorati, una festa che è diventata rito quasi 600 anni fa. Febbraio ritenuto il mese del romanticismo; per antica tradizione pagana, il mese della rinascita, quando finisce l’inverno e la terra si risveglia. Patrono di questa festa è San Valentino. La leggenda parla di lui, come un sacerdote vissuto fra il II e il III secolo dopo Cristo.  In quel periodo, l’imperatore Claudio II, decise che la guerra non fosse affare da ammogliati e che i single, ancora celibi, fossero più adatti al combattimento, perché privi di legami. Quindi abolì il matrimonio e i fidanzamenti per i ragazzi in età di leva. Questa idea non piacque a Valentino, battagliero sacerdote cristiano, che si oppose e ne celebrò uno proprio il 14 febbraio. Claudio lo scoprì e lo condannò a morte.

Convento dell'amore
Convento di Belvedere Marittimo

Le reliquie di San Valentino e il Convento dell’amore

La vicenda del santo degli innamorati, è intrisa dunque di mistero e leggenda. Una ricorrenza sicuramente affascinante, quella di San Valentino. Essa si diffuse tra le prime pratiche cristiane e negli antichi rituali pagani di fertilità, che i romani praticavano in questa stessa giornata. Non tutti sanno che in Calabria, nel meraviglioso borgo di Belvedere Marittimo paese della costa tirrenica, si conservano nel Convento dei Frati Cappuccini le reliquie del Santo più noto tra gli innamorati.

Reliquie San Valentino Calabria
Reliquie di San Valentino

Le reliquie di San Valentino. L’ampolla con il sangue e le sue ossa

 Il 27 maggio 1710 il sig. Francesco Cipollina, consegnò a Padre Samuele del convento dei Padri Cappuccini di Belvedere un’ampolla con sangue e frammenti di ossa di San Valentino. Il reliquiario è stato poi rinvenuto nel Convento nel 1969, da Padre Terenzio Mancina in seguito alla rimozione delle tele di San Francesco e San Daniele, che si trovavano nella pala centrale. L’autenticità delle reliquie, è confermata dalla lettera inviata dagli uffici papali, dal cardinale Gaspare del Carpine. Essa è datata 26 maggio 1700 e inviata al sig. Valentino Cinelli. Ogni anno, il 14 febbraio, viene celebrata alle 11 una santa messa, per le coppie che intendono rinnovare la loro promessa d’amore davanti al “santo degli innamorati”. 

Belvedere Marittimo gemellata con Terni

Belvedere Marittimo
Belvedere Marittimo

Nel tempo, Belvedere Marittimo è stato soprannominato “il paese dell’amore”, amore in senso lato, verso il prossimo, verso gli altri, verso la cultura e la natura. Essa è gemellata con la città di Terni e nel giorno del 14 febbraio, si omaggia il santo e il Convento dell’amore apre le sue porte agli innamorati che vogliono scambiarsi promesse per la vita. Ci si chiede perché la scelta del 14 febbraio. Ciò, in quanto il vescovo Valentino fu martirizzato proprio in questo giorno, nel 273. Ma il motivo potrebbe essere anche un altro: il 15 febbraio, già nell’antica Roma, si festeggiava un’altra ricorrenza molto particolare.

I Lupercalia

Lupercalia
I Lupercalia

Si tratta dei Lupercalia, gli antichi rituali di fertilità e abbondanza dedicati a Luperco. Processioni sfrenate e amore libero caratterizzavano questa festa romana, che non era ben vista dalla morale cristiana. E fu proprio un papa, al termine delle persecuzioni, a spostare la celebrazione al giorno prima e ad assegnargli una funzione più “moralmente” accettabile. Una ricorrenza dedicata all’amore casto, puro ed eterno di cui Valentino è divenuto il simbolo universale grazie al suo coraggio. La leggenda vuole, che il vescovo fosse uno dei pochi disposti ad ufficializzare l’unione dei giovani amanti cristiani, in un’epoca in cui questa religione era ancora vietata dalla legge romana.

Il Convento di Belvedere Marittimo dedicato a San Daniele Fasanella

Daniele Fasanella
San Daniele Fasanella

Ricordiamo che il Convento di Belvedere Marittimo, che custodisce le reliquie, è dedicato a San Daniele Fasanella, nato a Belvedere e divenuto frate minore nel 1219. Aspettiamo dunque questa festa, che celebra il sentimento sovrano, l’Amore. Quello fatto di silenzi, di ricordi, di labbra desiderose di baci. Quello che devi viverti sempre e ad ogni costo. E come sostiene Seneca, il valore sia di un sentimento, che della vita, non è nella sua durata. Pur breve o eterno, debole o forte, comunque risponde al bisogno di darsi, legarsi, relazionarsi, lasciando nel passato, nel presente e nel futuro, tracce perenni. Amor omnia Vincit.

Buon San Valentino a tutti!

(Foto da Google)

Le reliquie di San Valentino nel convento dell’amore a Belvedere Marittimo ultima modifica: 2021-02-14T06:07:27+01:00 da Daniela Santelli

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x