itCosenza

LO SAPEVI CHE MITI E LEGGENDE

La leggenda di Cilla, la donna morta per amore

Cilla Copertina

La leggenda di Cilla, la donna morta per amore. San lucido si sa è da sempre considerata, oltre che la perla del Tirreno cosentino, anche un terra di miti e di leggende. Quelle che si tramandano dalla notte dei tempi, che ci accompagnano fin dall’infanzia e che ci portiamo dentro, tramandandole a nostra volta.

La leggenda di Cilla, le sue urla si sentono nelle notti tempestose

San Lucido
San Lucido

A San Lucido esiste una leggenda che ognuno conosce e che nelle notti tempestose viene ricordata con maggiore intensità. La protagonista di questa storia si chiama Cilla. Una ragazza dolce, generosa e bella, una giovane sanlucidana, figlia di un pescatore che si innamora a sua volta di un giovane marinaio: Tuturo. Cilla conosce bene le insidie del mare e sposando Tuturo è consapevole a cosa può andare incontro. Una notte, Tuturo esce con la sua barca e non torna più. Si narra che Cilla, distrutta dal dolore, si sia poi gettata dalla rupe. La stessa sulla quale aspettava il suo amato, nella speranza di salvarlo. Un’altra versione della storia narra, invece, che Cilla, quando Tuturo muore, ha già un figlio. Egli segue le orme del padre diventando marinaio toccandogli purtroppo lo stesso, triste, tragico destino. Per salvare il ragazzo, Cilla si getta dalla rupe e nelle notti di vento si sentono ancora le urla disperate della giovane madre.

Cilla, simbolo di legami e di sentimenti

la leggenda di Cilla
Il monumento dedicato a Cilla

A testimonianza della triste storia del mito di Cilla, simbolo di legami e sentimenti, oggi si può ammirare la statua di una donna rivolta verso il mare con le braccia aperte, simbolo dell’amore perduto. Il monumento è posizionato a San Lucido tra la rotonda e la chiesa di San Giovanni Battista, visibile anche dal lungomare. La statua è stata realizzata da Salvatore Plastina di Fuscaldo, a cui è stato chiesto di rappresentare Cilla. Ella esprime tutto il suo dolore e la sua disperazione, ma il suo viso esprime dolcezza: rappresenta la forza dell’amore e la tempra del carattere calabrese. E continua la leggendaria narrazione secondo cui nelle notti tempestose si odono le urla di Cilla, una donna che muore per amore. Una leggenda che mescola il mito e la realtà.

( Foto Emaunele Petrungaro)

La leggenda di Cilla, la donna morta per amore ultima modifica: 2021-09-04T06:42:38+02:00 da Daniela Santelli

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x