Al via il corso online sul “Turismo delle radici” - itCosenza

itCosenza

TURISMO

Al via il corso online sul “Turismo delle radici”

Copertina Turismo Delle Radici

Inizia il corso di formazione sul “Turismo delle radici”. Organizzato da Sdi Confcommercio Cosenza, con il patrocinio dell’Università della Calabria e del Maeci (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), esso avrà una durata di 50 ore complessive e si svolgerà interamente online.

Corso Turismo Delle Radici

Si rivolge a specifiche figure professionali

Il corso di formazione si pone l’obiettivo di fornire conoscenze e competenze sul fenomeno del turismo delle radici. Si prefigge anche di fornire gli strumenti adeguati e le strategie da mettere in atto per attirare questo specifico segmento di mercato offrendo servizi tali da poter soddisfare al meglio esigenze e aspettative. E’ rivolto a determinate figure professionali, quali operatori turistici, guide e accompagnatori turistici, strutture ricettive, fornitori di servizi di accoglienza, transfer, amministratori pubblici, associazioni, pubblici esercizi, funzionari pubblici.

Nicotera Ferrari
Tiziana Nicotera e Sonia Ferrari

Lezione introduttiva

Alla prima lezione introduttiva partecipano Giovanni Maria de Vita, consigliere del Maeci, responsabile ministeriale del turismo delle radici e Klaus Algieri, presidente di Sdi Confcommercio, della Camera di Commercio di Cosenza, nonchè vicepresidente nazionale di Unioncamere. Fra i docenti che terranno le lezioni ci saranno anche la ricercatrice accademica Sonia Ferrari e la docente universitaria Tiziana Nicotera, autrici del “Primo rapporto sul turismo delle radici in Italia”.

Gli studi di Sonia Ferrari e Tiziana Nicotera

Il volume, che è stato realizzato anche come ebook in inglese e spagnolo, racchiude i risultati di un’ampia ricerca sul tema realizzata lo scorso anno grazie a un contributo del Ministero degli Esteri. Esso è composto da un primo nucleo di studi condotti all’Università della Calabria da Ferrari e Nicotera.

Report Ferrari Nicotera

A loro si sono poi aggiunti numerosi altri ricercatori nell’ambizioso progetto di voler colmare un gap nella conoscenza del fenomeno sul piano delle politiche di marketing turistico e territoriale. Il volume è di interesse per le associazioni di italiani nel mondo e per gli stessi emigrati e i loro discendenti, che potranno ritrovarsi nel percorso emozionale dei viaggi delle radici.

Conoscere la storia familiare e la cultura d’origine

Il “Turismo delle Radici” è un’offerta turistica strutturata attraverso appropriate strategie di comunicazione. Alla proposta di beni e servizi del terzo settore (alloggi, eno-gastronomia, visite guidate), esso unisce la conoscenza della storia familiare e della cultura d’origine degli italiani residenti all’estero e degli italo-discendenti. Questi ultimi sono un numero veramente rilevante (se ne stimano circa 80 milioni), per cui si comprende bene quanto sia importante rilanciare il turismo delle radici, per consentire a quanti ritornano di riappropriarsi della propria cultura e delle loro origini anche attraverso tradizioni, gastronomia e artigianato.

(Foto: Turismo delle radici Pagina Facebook)

Al via il corso online sul “Turismo delle radici” ultima modifica: 2023-01-12T06:27:11+01:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x