I COSENTINI RACCONTANO COSENZA

itCosenza

EVENTI

Fatti di musica 2020, ritorna il festival del miglior live d’autore

Immagine Copertina Capossela

Vinicio Capossela

“Fatti di musica 2020”. Riparte dopo il blocco dovuto al Covid 19, la trentaquattresima edizione del Festival del miglior live d’autore. La kermesse è ideata e organizzata in Calabria dal promoter Ruggero Pregna. Dopo il mega concerto di Mika al Palacalafiore di Reggio Calabria, come è noto, si è verificato il fermo causa pandemia. Ma, tra pochi giorni, si riparte con la conferma dei prossimi appuntamenti previsti al Teatro dei Ruderi di Cirella Antica a Diamante, in provincia di Cosenza. Un luogo suggestivo ed emozionante che ha già ospitato tanti concerti indimenticabili come quello di Loredana Bertè, Claudio Baglioni, e Paolo Conte. I due appuntamenti in programma sono il concerto di Vinicio Capossela, martedì 11 agosto e quello di Renzo Arbore con l’Orchestra italiana, mercoledì 19 agosto. Entrambi previsti per le 21.30. I biglietti saranno in vendita on line su Ticketone e nei punti Ticketone autorizzati, con il distanziamento di un metro e le misure anti-contagio, previste dal DPCM ad oggi in vigore.

Teatro Dei Ruderi
Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante

Fatti di musica 2020 e Vinicio Capossela

Per Vinicio Capossela, definito il menestrello onnivoro e globale, che ha assorbito suoni e culture di ogni angolo del mondo, si tratterà dell’unica tappa in Calabria di “Pandemonium”. Pandemonium, come il titolo del diario on line che l’eclettico musicista e cantautore, teneva durante la pandemia. “Da Pan (tutto) e demonio. Tutto demonio, in opposizione a pan theox, tutto Dio”, ribadisce l’artista. “Un concerto per tutti i demoni, accompagnato da un insieme di strumenti musicali che evocano il Pandemonium, mitico strumento gigantesco simile all’organo da fiera. Completamente realizzato in metallo. A costruire il Pandemonium, sembra siano stati i sudditi del re Laurino, esseri di piccola statura, abitanti di un regno sotterraneo, in grande confidenza con l’estrazione mineraria. Questa origine ctonia, conferirebbe un tono grave allo strumento che tiene a bassa quota lo spirito regalando ritmi e armonie a una dimensione intera, primitiva.

Vinicio Capossela
Vinicio Capossela

Pandemonium

I suoni che da esso si propagano non si elevano al cielo, sprofondano nella terra, a tiro del fuoco perenne, in un rimestamento che è lavorio della memoria, continuamente sollecitata al fuoco bianco”. Pandemonium, è un concerto narrativo con canzoni messe a nudo. Esse sono scelte liberamente, in un repertorio che quest’anno compie trent’anni dalla data di pubblicazione del primo disco “all’una e trentacinque circa” (1990). Il demone a cui si riferisce Capossela nel Pandemonium è il daimon dei greci. “L’essenza dell’anima imprigionata dal corpo che è il tramite tra umano e divino. Il destino legato all’indole e quindi al carattere. Pan Daimon, tutti i demoni che fanno la complessità della nostra natura, tutte le stanze di cui è composto il bordello del nostro cuore”.

Fatti di musica 2020 e il Concerto Di Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana

Renzo Arbore E L orchestra Italiana
L’Orchestra Italiana

Il concerto di Renzo Arbore, con la mitica Orchestra Italiana del 19 agosto, sarà l’anteprima di presentazione ufficiale del Festival vero e proprio. L’evento si svolgerà in Piazza XV marzo di Cosenza, dal 4 al 13 settembre. I due concerti di Cirella faranno da prologo alla sezione centrale del Festival, con la consegna dei riconoscimenti che si svolgerà dal 4 al 13 settembre in Piazza XV marzo di Cosenza. Un luogo che è il cuore di uno dei centri storici più belli e suggestivi d’Italia, con media partner ufficiale Rai Radio Tutta Italiana. Ci saranno dieci eventi consecutivi, presentati e premiati con il Riccio d’argento del celebre orafo Gerardo Sacco.

( Foto Facebook Fatti di musica 2020)

Fatti di musica 2020, ritorna il festival del miglior live d’autore ultima modifica: 2020-08-10T08:23:00+02:00 da Daniela Santelli
To Top