Guinness dei Primati, ad Amantea l'albero di Natale più alto d’Italia - itCosenza

itCosenza

LO SAPEVI CHE

Guinness dei Primati, ad Amantea l’albero di Natale più alto d’Italia

Amantea Con Albero

L’albero di Natale che sarà inaugurato l’8 dicembre, alle 16,30, sfiora i 40 metri di altezza. Verrà allestito nel Parco della Grotta di Amantea, cittadina sul basso Tirreno cosentino.

Albero Di Amantea 1

Per la sistemazione del mega albero, riguardo luci e decori, si sono unite anche le associazioni del territorio. Per Amantea, sarà l’attrazione principale del periodo natalizio, che andrà ad allestire il Parco della Grotta dove sorge un’imponente araucaria di ben due secoli di vita. Grande soddisfazione, sia per il sindaco della cittadina sul Tirreno cosentino, Vincenzo Pellegrino, che per il consigliere comunale delegato al Turismo, Salvatore John Campanella. Naturalmente si spera che l’opera messa in campo, possa entrare nel libro dei record. Infatti per l’attuazione, sono state adottate tutte le procedure per la segnalazione al Guinness World Records, questo secondo quanto cita una nota dell’amministrazione comunale. Il Parco della Grotta, sarà per la prima volta, teatro di una scenografia natalizia, che avrà naturalmente come protagonista l’albero di Natale vivente, il più alto d’Italia.

Programma Di Eventi Amantea

C’è stata grandissima disponibilità e forte motivazione a realizzare anche il cartellone di grandi eventi e soprattutto a promuovere una città che ha voglia di rinascere e riprendersi il posto che merita nella nostra regione. Nel periodo Natalizio, oltre all’albero, un faro per chi andrà a visitare la cittadina, ci sarà un cartellone pregno di eventi. Un ricco calendario di concerti, rappresentazioni teatrali, spettacolo Majorettes, banda musicale e quant’altro. Tutto questo, è frutto della collaborazione fra le tante meritevoli associazioni della città, con le quali l’amministrazione comunale ha stabilito un rapporto virtuoso.

Storia di Amantea

Per conoscere la storia di questa bellissima cittadina calabrese in provincia di Cosenza, bisogna percorrerla attraverso i meandri delle sue tortuose stradine e l’architettura delle sue bellissime chiese. Essa coniuga il fascino del vecchio stile del borgo medievale, che domina in cima alla collina e la parte nuova costituita dal paesaggio litoraneo.

Panorama Di Amantea

La Città Vecchia

Scavata nella roccia dirupata del pendio della collina, quest’ultima è un’ampia insenatura naturale che scava all’interno della terra e su cui le antiche mura della città vennero un tempo erette. In antichità, quando le acque del mare Tirreno battevano alle mura della città, la Grotta costituiva un approdo ideale per molte navi. La cittadina, si snoda dopo aver salito una ripida scalinata o attraversato stradine tortuose per arrivare al cospetto della zona medievale, meravigliosamente conservata. La Chiesa di San Bernardino da Siena, gioiello risalente al XV secolo, conserva il suo carattere gotico, con i tesori al suo interno. Mentre sulla piazza antistante si possono godere panorami cittadini. A livello architettonico spiccano ancora: la Chiesa di San Francesco d’Assisi (XIII secolo), la Chiesa Madre e le torri in rovina della fortezza d’epoca bizantino-normanna. Nel Medioevo faceva parte del comune amanteano anche Belmonte Calabro, con le sue frazioni.

La parte moderna

Si sviluppa lungo la costa, la si può percorrere a piedi oppure in bicicletta per il lungomare che costeggia la spiaggia, la quale, se da una parte offre i caffè all’aperto, dall’altra i tramonti all’orizzonte. Ora che tutto è pronto, Amantea aspetta solo di essere svelata e vissuta come si conviene, per cui buon divertimento!

Guinness dei Primati, ad Amantea l’albero di Natale più alto d’Italia ultima modifica: 2022-12-07T06:27:21+01:00 da Giusy De Iacovo

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x