Maurits Escher incisore olandese ispirato dalle bellezze della terra calabra - itCosenza

itCosenza

ARTE PERSONAGGI

Maurits Escher incisore olandese ispirato dalle bellezze della terra calabra

Escher Santa Severina

Maurits Escher, incisore olandese, affascinato dalla Calabria: terra antica la cui natura selvaggia e alquanto misteriosa, offre da sempre splendidi scenari. Queste testimonianze e radici, incantarono nel coso dei secoli artisti di ogni genere. Terra protesa verso la Sicilia, che offre scenari dolomitici al suo interno. Mentre le coste godono di splendidi colori del mare con pareti rocciose che si alternano a litorali sabbiosi. I borghi che parlano di storia, sono per lo più medievali e spesso arroccati su speroni rocciosi a guardia delle ampie valli d’intorno. Generalmente distesi sulle pendici più basse dei massicci montuosi che tagliano la regione, conservando ancora oggi antichi usi e costumi tipici di una volta.

Maurits Cornelis Escher incantato dalla bellezza calabrese

Di questa bellezza paesaggistica calabrese il geniale artista olandese Maurits Cornelis Escher si occupò nel secolo scorso con una serie di xilografie. Seppe illustrare l’incontaminata natura di questo territorio. La Calabria frutto di una straordinaria orografia che permette in un breve tragitto di apprezzare montagne, colline  spiagge, e viceversa. L’incisore e grafico Escher, intuì questa bellezza e restandone profondamente colpito, ritrasse molti dei nostri paesaggi. Definito il mago, che smussava il confine tra realtà e il mondo dell’infinito. Fu colui che delle illusioni ottiche e delle scale impossibili, creò la sua cifra.

Escher
Maurits Cornelis Escher ( Wikimedia Commons)

La tecnica di Maurits Escher

Nato e morto in Olanda (1898 – 1972), fondò la sua opera sulla combinazione di elementi fantastici e minuziosi, costruendo architetture e prospettive impossibili, ma di immediato effetto realistico. Alla base del suo operato, troviamo una logica matematica molto rigorosa. Quest’ultima gli farà scoprire la tecnica dei disegni periodici”, caratterizzati da una divisione regolare della superficie piana, i moduli.

Giorno E Notte maurits escher
Xilografia – Giorno e notte

Questi suoi disegni saranno una costante inconfondibile, di certe illustrazioni che lo renderanno celebre, nonché simbolo di un’arte contaminata dal pensiero scientifico. Dopo gli studi poco brillanti, viaggiò molto, soprattutto in Spagna e Italia. Nella nostra penisola tornò più volte, tanto che un giorno si spinse oltre la Costiera Amalfitana, scegliendo di oltrepassare il confine del Pollino in Calabria. Ispirato dalla magia della nostra terra, rese i luoghi immortali e protagonisti di opere speciali che oggi risiedono in numerose gallerie d’arte. Egli manifestò ciò che noi spesso non riusciamo a vedere. La meraviglia che ci circonda, a volte tanto surreale da finire in quadri e tavole. Molti luoghi visitati in Calabria ispirarono a Maurits Escher le splendide xilografie. Quadri notevoli per la cura dei dettagli che campeggiano a inchiostro nero su fondo bianco o avorio. Immagini che conservano l’impronta di uno stile inconfondibile.


I borghi calabresi, la terra dei due mari

Furono proprio gli strapiombi sul mare. Il riverbero, la luce del sole, le costruzioni verticali ubicati sulle rocce e le architetture geometriche dei nostri paesaggi, a colpire profondamente l’incisione olandese. Infatti tra il 1922 e il 1936 soggiornò in Calabria. Stregato dalla bellezza dei nostri luoghi, ebbe modo di produrre numerose opere grafiche così tanto diversi dalla sua amata terra. Fra le varie località prescelte, troviamo Pentedattilo, oggi un borgo abbandonato che cerca di rivivere grazie all’arte e alla cultura. Ma ne esistono molte altre raffigurazioni, che ritraggono ad esempio: Scilla, Tropea, Santa Severina, Rossano, Stilo, a quest’ultima l’artista olandese dedicò due tavole.

Pentedattilo
Pentedattilo

Certamente non poteva mancare la Cattolica di Stilo, magnifico esempio di arte e architettura bizantina in Calabria. La sua forma semplice e simmetrica. La mole imponente e allo stesso tempo snella, con il contesto rurale, aspro e ascetico che la circonda, impressionò certamente l’artista fin dal primo momento. Pensò quindi di immortalare la bellezza della città che diede i natali a Tommaso Campanella. 

Cattolica Di Stilo maurits escher
Cattolica di Stilo

Anche il passaggio da Morano Calabro negli anni Trenta, non lo lasciò indifferente. Questa tappa segnò la nascita della sua produzione artistica. In questa magnifica rappresentazione, è facile riconoscere il territorio moranese. Costituito dalla chiesa di San Pietro, il Castello Normanno Svevo che svetta in alto e la Collegiata della Maddalena in basso. 

Morano
Morano Calabro

L’arte di Maurits Escher prestata alla musica e al cinema

L’artista di solito usava la litografia, nonostante la possibilità di utilizzare metodi di stampa più semplici, oltre che più moderni. Una tecnica basata sull’incidere le immagini sulla pietra. La xilografia, invece è basata sull’incisione su tavolette di legno. Due tecniche accomunate dalla necessità di pensare e realizzare il disegno al contrario, come nel negativo di una foto. Tra queste non bisogna dimenticare le mezzetinte, frutto di un’indagine di differenti campi di studio. Egli spaziò dalla geometria alla cristallografia, fino alle leggi della percezione visiva, interessi a cui l’artista aveva dedicato tempo sin dalla sua giovinezza. La sua arte, inevitabilmente influenzò anche il mondo del cinema e della tv. Riferimenti chiari alla sua opera, sono soprattutto la litografia: di “Case di scale”, o “Relatività”. Infatti trovò riscontro nella saga di Harry Potter, con le rampe fatate di Hogwarts. E sempre di questa litografia, concesse l’uso ai Pink Floyd, per la cover di “On the run”.

Scale Di Case
Litografia – Scale di case

Qui l’artista descrive un ambiente diviso da rampe di scale che ribaltano la normale percezione dello spazio, stravolgendolo, rappresentando le pareti soffitti e i soffitti pavimenti. Negli anni la sua produzione artistica fu apprezzata moltissimo. Oggi la si ritrova impressa su scatole da regalo, francobolli, biglietti di auguri, comprendendo finanche il mondo dei fumetti. Sappiamo bene che, per quanto possa essere stata considerata vicina a quella dei surrealisti, l’arte di Escher non è mai stata inquadrata in un’unica corrente artistica.

Maurits Escher incisore olandese ispirato dalle bellezze della terra calabra ultima modifica: 2022-02-09T07:42:08+01:00 da Giusy De Iacovo

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Gracias por tu aporte.

Julieta B. Mollo

🙌

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x