itCosenza

LO SAPEVI CHE MITI E LEGGENDE NATURA

Il carciofo e la bellissima Ninfa Cynara

Carciofo Copertina

Il carciofo e la bellissima ninfa Cynara. Cynara scolymus è il suo nome scientifico e ad esso è legata una leggenda della mitologia classica che vede nel carciofo l’incarnazione di una ninfa. Secondo una leggenda greca, Cynara era una bellissima ninfa con un volto luminoso, la pelle rosata, un portamento elegante, gli occhi verdi con delle sfumature viola e i capelli color cenere. Era proprio per i suoi capelli, che le era stato dato il nome Cynara.

Il carciofo e la bellissima Ninfa Cynara. La leggenda legata a Zeus

Cynara la ninfa e il carciofo
La ninfa Cynara

Un giorno Zeus, mentre stava passeggiando per andare a far visita a suo fratello Poseidone, vide la ninfa su una spiaggia della Sicilia e se ne innamorò perdutamente. Dopo questo fatto, troviamo due diverse versioni della storia, ma con lo stesso finale. Secondo la prima versione, il dio sedusse Cynara, che trasformò in dea per portarla sull’Olimpo con lui, ma, trascorso un po’ di tempo, la ninfa, triste per la mancanza dei propri familiari, scappò. Nel secondo caso, la ninfa rifiutò fin dall’inizio le attenzioni di Zeus. Comunque, in entrambe le versioni, il dio, in un momento d’ira causato dal “tradimento”, la trasformò in un ortaggio.

Il carciofo spinoso all’esterno ma dal cuore tenero

Il carciofo avrebbe dovuto essere verde, spinoso e rigido all’esterno, come era stato il carattere di Cynara, ma dentro doveva custodire un cuore tenero e dolce, come la sua anima. Mentre il colore viola, doveva ricordare i suoi occhi. È per questo motivo, che il carciofo si dice abbia un potere afrodisiaco.

il Carciofo Spinoso
Carciofo spinoso dal cuore tenero

Il carciofo ha origini mediorientali, ed era già conosciuto al tempo degli Egizi, sia per scopi fitoterapici che per scopi alimentari. Il suo arrivo in Italia, si deve agli Etruschi, e ne sono testimonianza le numerose raffigurazioni di foglie di carciofo su capitelli e bassorilievi nei templi egiziani ed orientali. Intorno all’anno mille, gli Arabi lo scoprirono in Sicilia, ed elaborarono una nuova varietà che portarono in Spagna

In California nel 1947 Marilyn Monroe, fu eletta reginetta di bellezza nel festival annuale del carciofo

Marilyn Monroe e il carciofo
Marilyn Monroe eletta reginetta di bellezza al Festival del carciofo del 1947

Il nome moderno viene proprio dall’arabo ‘karshuf’. Nel 1466 Filippo Strozzi, portò il carciofo da Napoli a Firenze e Caterina de’ Medici lo introdusse in Francia (la regina era golosa di cuori di carciofo), quando si sposò con Enrico II di Francia. In California, c’è una città, Castroville, già nota dalla prima metà del ‘ 900, per la produzione di carciofi, e per questo motivo è sede di un festival annuale del carciofo. Durante la prima edizione della manifestazione, nel 1947, fu eletta reginetta di bellezza, Queen of Artichoke, la giovane e allora sconosciuta Marilyn Monroe, che poi diventò un’attrice di fama internazionale. 

Un ortaggio tipicamente mediterraneo

Il carciofo, è un ortaggio tipicamente mediterraneo, è un vanto proprio del nostro Paese che ne è uno dei maggiori coltivatori. Appartenente alla famiglia delle asteraceae, esso è una pianta erbacea perenne con un robusto rizoma da cui sorgono le foglie basali, verdi e poco pelose sopra, bianche e tomentose nella pagina inferiore. L’infiorescenza è semplice. I fiori, di colore azzurro, sono riuniti in capolini. Il frutto è un achenio ovale. Il carciofo vanta numerose proprietà curative. Nell’impiego erboristico e medicinale, non si usa la gustosa parte fiorale, bensì la foglia vera e propria, che in cucina viene scartata.

Il Re Dellorto
Il re dell’orto

Il carciofo e le sue proprietà diuretiche, disintossicanti ed estetiche

Ad esso si riconoscono le proprietà di stimolare la diuresi, abbassare il tasso di colesterolo nel sangue, favorire la secrezione della bile proteggere e disintossicare il fegato. Questa somma di proprietà benefiche ha anche, indirettamente, un buon effetto estetico in quanto l’azione depurativa del carciofo contribuisce a mantenere la pelle sana e luminosa. Le radici sono utili come digestivo e diuretico.

Un aneddoto legato a Michelangelo Merrisi

Caravaggio
Michelangelo Merrisi detto il Caravaggio

Molti sono gli aneddoti legati al “re dell’orto”, uno di questi riguarda Caravaggio. Il pittore Michelangelo Merrisi non era conosciuto solo per le sue opere, ma anche per la sua permalosità e per le sue liti. Una delle sue più famose questioni, fu proprio per un piatto di carciofi. Accadde all’Osteria del Moro a Roma, dove l’artista ordinò la pietanza e non soddisfatto chiese spiegazioni al garzone su come fosse stata cucinata. Sguainò la spada e furente rincorse il garzone per tutta l’osteria. Una verdura quella del carciofo che contiene storia, leggende e tradizioni. “Il carciofo dal tenero cuore, si vestì da guerriero, ispida edificò una piccola cupola, si mantenne all’asciutto sotto le sue squame” (Pablo Neruda)

(Foto Pixabay)

Il carciofo e la bellissima Ninfa Cynara ultima modifica: 2021-01-13T06:12:29+01:00 da Daniela Santelli

Commenti

To Top